Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"Stragi del '93, Berlusconi non è indagato"


'Stragi del '93, Berlusconi non è indagato'
29/11/2009, 10:11


FIRENZE - Il Procuratore capo di Firenze Giuseppe Quattrocchi ha smentito le affermazioni di "Libero" secondo il quale il Cavaliere e Dell'Utri sarebbero stati iscritti nel registro degli indagati fin dallo scorso ottobre nell'ambito dell'inchiesta sulle stragi del 1993.  "Libero può scrivere quello che vuole - ha dichiarato il magistrato ai giornalisti - Berlusconi e Dell'Utri non sono indagati".
Il Cavaliere: "Accuse infondate".
Contrariamente alla prudenza usata dagli altri quotidiani che, pur svelando le confidenze dei pentiti sul premier e sul suo braccio destro Dell'Utri, hanno informato che i riscontri sono ancora in corso, ieri mattina, il quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, è uscito con un titolo senza mezzi termini: "Silvio indagato per mafia". Cosa falsa dice il procuratore di Firenze, e da Olbia, dove il premier ha incontrato i giovani del Pdl, Berlusconi attacca: "Sono accuse infondate e infamanti. La maggior parte della magistratura è di sinistra e per questa ragione cerca un pretesto per attaccare il presidente del consiglio". Poi prosegue: "Se trovo chi ha fatto le nove serie de La Piovra e chi scrive libri sulla mafia che ci fanno fare una bella figura, lo strozzo".

Bossi difende il Cavaliere: "Leadership della coalizione indiscussa".
Una voce a favore di Berlusconi viene da Umberto Bossi, presente a Vicenza al quarto meeting della Lega nord estero. Il ministro per le Riforme rassicura che le voci intorno al premier non indeboliscono il presidente del Consiglio: "Berlusconi mantiene la parola - ha detto il fondatore del Carroccio - e la sua leadership è indiscussa. Non siamo preoccupati per la coalizione".

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©