Politica / Politica

Commenta Stampa

Gli aggressori sono ghanesi e sono stati arrestati

Stupro in Veneto, Zaia se la prende col Ministro Kyenge


Stupro in Veneto, Zaia se la prende col Ministro Kyenge
01/05/2013, 10:21

VENEZIA - Continuano gli attacchi razzisti della Lega contro il nuovo Ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge. L'ultimo in ordine di tempo è stato il governatore del Veneto, Luca Zaia. 
La scusante è stato un episodio di cronaca: due ghanesi arrestati per aver stuprato una ragazza italiana. Zaia in un comunicato ha detto: "Vorrei esprimere il mio più sentito grazie ai Carabinieri che oggi hanno fermato i responsabili di un abominevole atto di violenza su una donna. Ma vorrei fare anche un invito al nuovo ministro dell'Integrazione Kyenge a venire a Vicenza a rendere visita alla vittima, con il coraggio di affrontare i problemi per quello che sono e per ribadire a tutti che non ci può essere integrazione senza legalità. Ora però mi auguro che la magistratura applichi il codice penale con la massima severità perchè di fronte a una efferatezza del genere non c'è alternativa se non la tolleranza zero. Colgo l'occasione per ricordare a tutti che il Veneto è la prima Regione d'Italia per immigrazione legale. Chi viene legalmente e lavora qui è il benvenuto, ma tutti devono rispettare la legge e chi delinque deve essere espulso. Il rispetto della donna e della sua identità è uno dei pilastri della nostra cultura veneta. Chi viene da noi deve accettare questo principio sociale e rispettarlo senza se e senza ma". 
Innanzitutto sarebbe curioso sapere perchè la Kyenge non dovrebbe andare a visitare la ragazza o perchè dovrebbe andarci: se i ministri dovessero andare a visitare tutte le vittime di stupro da parte degli italiani, passerebbero tutta la giornata girando da un ospedale all'altro o da una casa all'altra. La seconda cosa è una domanda a cui mi piacerebbe che Zaia rispondesse: ma se gli stupratori fossero stati italiani, sarebbe cambiato qualcosa? La terza è una rassicurazione: stia tranquillo che il Tribunale di Vicenza punirà severamente i due ghanesi: è uno di quei tribunali dove i giudici hanno sempre la mano molto pesante, quando si tratta di condannare un extracomunitario

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©