Politica / Politica

Commenta Stampa

Pronta una bozza Quagliarello-Malan

Sulla legge elettorale il Pdl vuole rompere gli accordi


Sulla legge elettorale il Pdl vuole rompere gli accordi
04/12/2012, 14:11

ROMA - Il Pdl si appresta a far saltare il tavolo delle trattative, a proposito della legge elettorale; cosa del resto già anticipata da Repubblica nei giorni scorsi. Ma, come è nello stile del partito,, lo fa con controproposte difficili da accettare. 
Infatti il Pdl ha deciso di rigettare l'ipotesi Calderoli, con un premio di maggioranza variabile e sta preparando una bozza scritta da Quagliariello e Malan.  AL suo interno, il premio di maggioranza sarebbe di soli 50 deputati e riservato alla coalizione che supera il 40% dei voti o al partito che supera il 30%. C'è da tener presente che 50 deputati equivalgono all'8% circa dei seggi. Questo significa che un partito o una coalizione devono superare il 42% con le proprie forze, per avere una maggioranza (mentre con la bozza Calderoli bastava il 30%). 
Insomma, c'è un continuo alzare l'assicella, per impedire che ci sia un partito che vinca le elezioni con una maggioranza solida. Insomma, lo stesso gioco del 2006, quando venne introdotto il Porcellum per impedire che il centrosinistra facesse man bassa di seggi con la legge uninominale.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©