Politica / Politica

Commenta Stampa

Si teme che la Lega possa organizzare altre manifestazioni

Sulla "Padania" gli appuntamenti della Kyenge. Pd: "Intimidazione"


Sulla 'Padania' gli appuntamenti della Kyenge. Pd: 'Intimidazione'
14/01/2014, 17:47

ROMA - Scattano nuove proteste per l'ultima iniziativa della "Padania", il quotidiano della Lega Nord: una rubrica, intitolata "Qui Cecile Kyenge", in cui vengono riportati tutti gli spostamenti del Ministro dell'Immigrazione. Una iniziativa che viene vista come un modo per indicare ai leghisti e agli altri partiti xenofobi dove andare a cercare la Kyenge per organizzare manifestazioni contro di lei, come è successo sabato a Brescia (con ovvio contorno di insulti e tafferugli, come sempre accade). 
I senatori del Pd Mauro Del Barba e Roberto Cociancich hanno espresso le loro preoccupazioni: "La decisione del quotidiano leghista 'La Padania' di pubblicare in una rubrica fissa gli appuntamenti del ministro Kyenge è gravissima, ai limiti dell'intimidazione. Prima di verificare altre strade, chiediamo alla Lega di intervenire sul proprio giornale di partito. Le manifestazioni di piazza organizzate, non a caso, a braccetto con Forza Nuova stanno degenerando. Contro il ministro è in atto una polemica che non esistiamo a definire di stampo razzista. Il Pd, come ha recentemente detto il segretario Renzi, farà di tutto per approvare una legge sullo ius soli". 
La risposta della direttrice del quotidiano, Ariana Lussana, è netta: "I nostri lettori hanno visto che in questi nove mesi Kyenge non ha prodotto alcun provvedumento in Consiglio dei ministri e in Parlamento. Sono nove mesi che fa pellegrinaggio filo-immigrazionista in lungo e in largo per l'Italia e i nostri lettori vogliono essere informati sulle sue iniziative".  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©