Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La campagna acquisti della maggioranza ha avuto effetto

Svp, Scilipoti (Idv) e Cesario (Api) daranno la fiducia il 14 dicembre


Svp, Scilipoti (Idv) e Cesario (Api) daranno la fiducia il 14 dicembre
08/12/2010, 16:12

ROMA _ Prende connotati l'esercito della salvezza che aiuterà il governo Berlusconi ad evitare il 14 dicembre di essere sfiduciato a Montecitorio. Ormai pare certo che le trattative tra la Sudtirolen Volks Partei (Svp) e il governo sono andate a buon fine: i due deputati alla Camera si asterranno sulla sfiducia al premier; in cambio saranno dati più fondi al Parco Nazionale dello Stelvio e maggiore autonomia e fondi per la Provincia Autonoma di Bolzano.
Altrettanto certo appare il vbto di fiducia al governo da parte di Massimo Calearo (ex Pd, ora Api), di Bruno Cesario (ex Api, passato al gruppo misto) e di DOmenico Scilipoti (Idv). Si tratta di defezioni apparentemente sicure, tanto che Cesario e Scilipoti hanno indetto per domani 9 dicembre una conferenza stampa, in cui probabilmente annunceranno la loro scelta. E questa è una smentita all'intervista che compare questa mattina sul Corriere della Sera ad Antonio DI Pietro, che si mostrava sicuro che nessuno dei suoi avrebbe votato la fiducia al governo.
Ma i finiani si mostrano sicuri: secondo i loro calcoli anche con questa situazione, i voti per il premier non supereranno quota 311, insufficienti a superare i 316 delle opposizioni. Ma c'è da ricordare che ci sono i sei appartenenti al partito radicale che negli ultimi tempi hanno avuto frequenti contatti con il Pdl e non è escluso che facciano un brusco voltafaccia all'ultimo momento

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©