Politica / Politica

Commenta Stampa

"Smentite le balle che state dicendo su di me"

Tacconi (M5S): "Me ne vado dal Movimento"


Un manifesto elettorale di Tacconi
Un manifesto elettorale di Tacconi
27/02/2014, 12:06

ROMA - Ieri l'aveva annunciato, ed oggi l'ha fatto: Alessio Tacconi, senatore del Movimento 5 Stelle ha comunicato le sue dimissioni dal gruppo 5 Stelle al capogruppo, Federico D'Incà. 

Ma nella comunicazione, aggiunge una coda polemica: "Riguardo al post pubblicato ieri sera su Facebook da Luigi Di Maio su di me, ti pregherei di procedere a una smentita visto che si tratta di un vergognoso insieme di inesattezze e falsità. Infatti, come ben ricorderai, ieri io e te non abbiamo avuto modo di parlarci, né tantomeno ho mai ricevuto da te una richiesta di restituzione di qualsivoglia somma di denaro indebitamente trattenuta. Come sai, ho sempre rendicontato e restituito quanto dovuto, tanto che mai alcuna procedura di infrazione è partita a mio carico per questa né per altre ragioni. In assenza di tale precisa presa di posizione da parte tua, dovrò concludere (e questa volta con assoluta certezza) che anche il M5S fa uso della cosidetta 'macchina del fango' contro chi esprime opinioni o attua scelte sgradite allo stesso movimento". Perchè il problema è sempre lo stesso: nel momento in cui si decide una espulsione, cominciano gli insulti e le denigrazioni per precostituirsi un alibi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©