Politica / Politica

Commenta Stampa

Taglialatela (Fratelli d’Italia): anche la Facoltà di Agraria sostiene la mia proposta di legge


Taglialatela (Fratelli d’Italia): anche la Facoltà di Agraria sostiene la mia proposta di legge
16/12/2013, 17:05

<<Sono davvero soddisfatto del fatto che anche i rappresentanti del mondo accademico, di quello scientifico e di quello delle categorie del comparto agroalimentare siano convinti che la proposta di legge sulla “Certificazione di Qualità dei Fondi Agricoli”, da me presentata in Parlamento, rappresenti una iniziativa positiva a cui dare un seguito tecnico e normativo>>.
E' quanto dichiarato dal Parlamentare di Fratelli d'Italia Marcello Taglialatela, a margine del Convegno “La Terra dei Fuochi: certificazione di qualità dei terreni agricoli per il rilancio dell'agroalimentare campano”, tenutosi stamane presso la Facoltà di Agraria dell'Università Federico II di Napoli, organizzato dalla stessa Facoltà e dal Cosvitec – Centro di Ricerca ed Alta Formazione.
<<Il Sottosegretario De Camillis – continua Taglialatela – che stamane era all'iniziativa in rappresentanza del Governo, si è detta disponibile ad introdurre le norme previste all'interno del disegno di legge, in sede di conversione del decreto su “Terra dei Fuochi”>>.
<<Il testo – continua il Deputato di Fratelli d'Italia - punta a dare ordine ai tanti controlli che diversi Enti fanno in tema di sicurezza ambientale ed alimentare, con l'obiettivo di certificare la qualità dei fondi agricoli. Si tratta di una certificazione volontaria che consente di poter arrivare ad una etichettatura dei  fondi agricoli salubri presenti sulla nostra Regione, che rappresentano la stragrande maggioranza dei terreni, essendo quelli contaminati, secondo il parere di tecnici ed esperti del settore, appena l'1%>>.
<<Come Fratelli d'Italia – conclude Taglialatela – porteremo fino in fondo questa battaglia che mira a dare un riferimento normativo atto ad evitare il diffondersi di allarmismi generalizzati sui prodotti provenienti dalla Campania ed a rilanciare un comparto strategico per la nostra Regione>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©