Politica / Politica

Commenta Stampa

Taglialatela (PSI) - «Dall'Amministrazione solo chiacchiere»

Su tema integrazione

Taglialatela (PSI) - «Dall'Amministrazione solo chiacchiere»
14/06/2013, 13:05

“In Città è ritornato prepotentemente in auge il tema dell’immigrazione e dell’ordine pubblico. Ci dispiace ritornare su questo argomento nuovamente, ma, farlo, significa che l’Amministrazione e chi li appoggia hanno fatto ben poco.

Bene la mozione consiliare del Consigliere Mario Fusco, anche se proviamo un forte rammarico rispetto all’assenza dell’Amministrazione Comunale sulle politiche da attuarsi per gli immigrati.

Era il mese di marzo, precisamente, l’8 marzo, invitammo l’Amministrazione a promuovere un incontro pubblico finalizzato a recepire e promuovere nell’Avviso Pubblico del 4 marzo 2013 per l'attuazione e al coinvolgimento delle realtà sociali della nostra Città per interventi e azioni concrete per far parte, in maniera autorevole, della “Rete regionale territoriale di prevenzione e contrasto delle discriminazioni”.

Nello specifico, dare seguito al Decreto Dirigenziale n.13 del 27/02/2013, pubblicato sul Bollettino Ufficiale del 4 marzo n. 14.

Eppure la vicenda legata ai temi dell’integrazione era all’ordine del giorno.

L’incontro pubblico con i Rappresentanti delle forze dell’ordine, le parti sociali e la Cittadinanza tutta era consequenziale a Questa proposta, così come quella che inoltrammo qualche tempo prima sull’istituzione di Consulte di Settore, in data 14 febbraio 2013.

Il Sindaco, il Presidente del Consiglio e i Consiglieri Comunali non ebbero nemmeno la decenza e il garbo istituzionale di vagliarla e, cosa grave, non fece alcuna iniziativa di divulgazione dell’importante strumento da mettere in atto.

Ad oggi, sul tema l’Amministrazione ha solo alimentato parole e un dibattito scadente, a dir poco provinciale, e ci tocca denunciare che, ancora una volta, nulla di concreto sotto il sole per affrontare seriamente la problematica.

Viene ironicamente da pensare che oggi il vero problema è che questa nuova amministrazione è incentrata solo sulle “politiche migratorie delle proprie compagini politiche”, mentre il vuoto di potere e di rappresentanza aumenta.

Le Istituzioni diventano sempre più deboli ed è facile che c’è chi tenta di lucrare sulla problematica, allontanando la risoluzione della stessa magari per tornaconti personali economici o elettorali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©