Politica / Regione

Commenta Stampa

Taglialatela: "sindaco Napoli predica bene e razzola malissimo"


Taglialatela: 'sindaco Napoli predica bene e razzola malissimo'
17/10/2012, 17:16

“Il sindaco di Napoli predica bene e razzola male. Anzi, malissimo. Da un lato, giustamente, se la prende con il governo per i tagli agli Enti Locali (Regioni, Province, Comuni), ma dall’altro fa “lo smemorato di Collegno” dimentica di essere il responsabile del pesantissimo carico di Imu sugli immobili dell’Iacp del comune capoluogo e sostanzialmente aumenta le imposte a carico della povera gente”. Così l’Assessore all’Urbanistica e al Governo del Territorio della Regione Campania, Marcello Taglialatela.

“E’ dal giugno scorso che ho segnalato il paradosso in cui si è trovato l’Iacp che non riesce ad adempiere al versamento dell’Imu per le scelte improvvide dell’amministrazione comunale di Napoli – spiega Taglialatela - Con l’approvazione della manovra di bilancio 2012 la Giunta ha considerato il patrimonio immobiliare Iacp (oltre 17mila e 400 alloggi a Napoli) alla stregua di “seconda casa” ed ha poi determinato un aumento di tre punti percentuali sul parametro base dell’aliquota (il 7,6 per cento) raggiungendo quella massima possibile: il 10,6 per cento. Una decisione devastante e, ripeto, paradossale che ha messo l’Istituto nella condizione di dover versare quasi 5 milioni di euro.

Il sindaco di Napoli sembra interpretare perfettamente la doppia morale: da un lato si mostra particolarmente sensibile ai tagli imposti dal governo nazionale protestando in maniera plateale e dall’altro, nel momento in cui si è trovato a stabilire aliquote di un’imposta comunale come l’Imu, non ha esitato ad applicare nei confronti dell’Iacp l’aliquota massima possibile”.

“E dire che il vice sindaco Sodano, a nome del primo cittadino, aveva rassicurato tutti che il paradosso sarebbe stato corretto. Ma, al momento, non si ha nessuna notizia di decisioni che correggano questo paradosso ed evitino il rischio della cancellazione di interventi di manutenzione già programmati per il miglioramento di alloggi destinati a fasce disagiate della popolazione” conclude l’Assessore Taglialatela.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©