Politica / Regione

Commenta Stampa

Presentato il piano dei lavori

Tangenziale di Napoli: restyling e sicurezza


.

Tangenziale di Napoli: restyling e sicurezza
16/02/2010, 17:02

NAPOLI - Restyling delle principali stazioni della Tangenziale e avvio della progettazione dell'asse occidentale, bretella di raccordo tra l'anello di Chiaiano e la tangenziale. Questi i lavori per migliorare la viabilità e garantire maggiore sicurezza annunciati oggi da Tangenziale Spa. Per quanto riguarda l'asse occidentale, come spiegato dall'amministratore delegato Marco Bianchi "stiamo partendo con la fase di progettazione preliminare che richiederà un po' di tempo perché è un progetto che deve ancora passare attraverso il vaglio di una serie di autorizzazioni, ma è un progetto di cui ci siamo presi l'impegno". Un progetto da anni richiesto dal Comune di Napoli per facilitare l'accesso alla città delle centinaia di residenti nella zona nord del capoluogo campano. Per quanto riguarda, invece, gli interventi di restyling e ammodernamento delle stazioni della tangenziale, l'opera interessa le stazioni della Zona Ospedaliera, di Capodimonte, di Corso Malta e di Capodichino. I lavori,iniziati nel 2003 con un investimento di circa 45 milioni di euro, termineranno nel 2014. Scopo degli interventi: incrementare l'efficienza delle stazioni, adeguare le strutture e le dotazioni tecnologiche e impiantistiche alle nuove norme in materia di sicurezza, migliorarne la funzionalità. Previsto il rifacimento del fabbricato di stazione, delle isole, delle piste, della pensilina, l'adeguamento del piazzale di stazione, delle attigue aree verdi, dei bordi, delle barriere di sicurezza e delle recinzioni. Diverse le date di consegna in relazione agli interventi che saranno realizzati: Corso Malta sarà conclusa nel 2011, Zona ospedaliera e Capodimonte nel 2013 e Capodichino nel 2014. "Con questi interventi - ha detto Bianchi - miriamo a rendere la tangenziale di Napoli più confortevole, a ridurre le code e a renderla meno inquinante se consideriamo che tutti i giorni si contano 250mila transiti". E proprio per mitigare l'inquinamento acustico prodotto del flusso veicolare, sono in corso di installazione barriere fonoassorbenti e fono isolanti sui tratti Pozzuoli-Fuorigrotta, Fuorigrotta-Camaldoli e Corso Malta, lavori che termineranno nel 2012 con un investimento di 22,5 milioni di euro.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©