Politica / Regione

Commenta Stampa

Accolto il ricorso presentato da un comitato locale

Tar Puglia annulla giunta di Taranto: non ci sono donne


Tar Puglia annulla giunta di Taranto: non ci sono donne
24/09/2009, 23:09

Il Tar della Puglia, sezione di Lecce, ha disposto l’annullamento della giunta della Provincia di Taranto, di centrosinistra, accogliendo il ricorso presentato da un comitato locale in quanto non erano state rispettate le quote rosa in barba allo stesso regolamento dell’ente.
Parlando con l’agenzia Reuters, l’avvocato Nicola Russo, coordinatore di “Taranto Futura”, il comitato che ha presentato il ricorso, ha spiegato che “il presidente Gianni Florido (nella foto) ha nominato gli assessori senza una rappresentanza femminile, anche in violazione del principio di non discriminazione previsto dalla Costituzione italiana e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea”.
Dopo la decisione del Tar Puglia la giunta di Taranto è illegittima, ed entro 30 giorni dovrà essere modificata per non decadere. Nicola Russo spiega inoltre che la giunta scelta da Florido è composta da 10 assessori uomini, mentre dovrebbero essercene almeno 3 donne, “anche se sarebbe meglio fare cinque assessori donne e cinque maschi”. Se entro un mese non ci sarà la nomina di tre assessori donna, Russo è pronto a rivolgersi nuovamente al Tar con un’altra istanza.
Florido (Pd), dal canto suo, si difende dalle accuse di maschilismo e si dichiara disposto ad adeguarsi “a una norma che peraltro condivido e che ho fatto cambiare io stesso nello Statuto con l’articolo 48 dello Statuto della Provincia. Farò in modo di rappresentare il genere femminile nel governo provinciale, come avevo già spiegato nelle motivazioni con cui ho presentato la giunta il 3 settembre scorso, con un secondo decreto di nomina”, ha detto, aggiungendo di essere vittima “di un criterio concordato e messo in pratica da tutti i partiti della mia coalizione”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©