Politica / Regione

Commenta Stampa

Tariffe collegamenti golfo, Vetrella diffida Compagnie


Tariffe collegamenti golfo, Vetrella diffida Compagnie
23/05/2012, 17:05

L'assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania, Sergio Vetrella, ha inviato una lettera ad Acap (Associazione cabotaggio armatori partenopei), Alilauro, Alilauro Gruson, Nlg, Medmar e Snav, compagnie private di navigazione che effettuano servizi di collegamento marittimo nel golfo di Napoli, in cui le diffida dall'applicare aumenti tariffari non conformi alla normativa regionale vigente e agli obblighi assunti per i servizi minimi.

Nella lettera Vetrella diffida le società anche “dal diffondere comunicati e avvisi all’utenza sull’argomento non preventivamente concordati con lo scrivente.

“Nelle more dell'attuazione della nuova normativa nazionale in tema di servizi pubblici locali – si legge ancora nella missiva - e in conformità a quanto previsto dalla normativa comunitaria, al fine di valutare il non equilibrio economico e il maggior costo derivante, come da voi dichiarato, da quanto disposto recentemente in materia di Iva dal Governo, vi invito a trasmettere tutta la documentazione utile ai fini della determinazione di un'eventuale equa compensazione per gli obblighi di servizio pubblico. Ciò in attesa di un intervento del Governo che razionalizzi il regime Iva “Acquisti-Vendite” del comparto, e al fine di garantire la continuazione del regolare svolgimento degli obblighi di servizio pubblico che avete spontaneamente assunto.”

Gli ispettori dell'assessorato regionale ai Trasporti verificheranno l'eventuale applicazione ai servizi minimi degli aumenti tariffari annunciati dalle compagnie e - in caso positivo - avvieranno l'iter per la contestazione e la comminazione delle penali (fino all'eventuale revoca dei servizi), secondo quanto disposto dagli obblighi di servizio pubblico sottoscritti dalle stesse società.

Nel caso in cui le società non dovessero provvedere entro i termini fissati dagli obblighi di servizio al pagamento delle penali e all'esibizione dell’attestazione di pagamento, per il recupero delle somme dovute l'assessorato regionale ai Trasporti attiverà la procedura di incameramento della cauzione-fideiussione prestata dalle società.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©