Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sindacati contro la liberalizzazione

Tassisti in rivolta, fermi il 23 gennaio

Il Ministro Passera: "No comment"

Tassisti in rivolta, fermi il 23 gennaio
11/01/2012, 19:01

ROMA - Fermo nazionale dei taxi il 23 gennaio prossimo. Lo hanno deciso i sindacati nazionali dei tassisti, riuniti a Bologna, nel quadro delle «azioni di lotta da intraprendere a fronte della mancata convocazione del Governo, nei prossimi giorni, per contrastare i provvedimenti annunciati in tema di liberalizzazione del settore».
In una nota unitaria, i sindacati nazionali dei tassisti hanno inoltre deciso per lunedì 16 gennaio a Roma, un'assemblea nazionale dei taxisti fuori turno, durante la quale «una delegazione consegnerà all'Autorità Antitrust un documento dove saranno evidenziati gli errori e le negatività contenute nella recente segnalazione». Inoltre, «in caso di decisione unilaterale da parte del Governo - si legge ancora - la categoria si riserva di assumere tutte le iniziative ritenute più opportune». 
 «Non lo so». Risponde così il ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, lasciando l'Aula della Camera, ai cronisti che gli chiedono un commento allo sciopero indetto dai tassisti per il 23 gennaio. Ai cronisti che allora gli dicono che appunto i tassinari hanno annunciato uno stop per quella data, il ministro si limita a rispondere: «non ho commenti».

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©