Politica / Regione

Commenta Stampa

Galan "Chiederò fondi ai tre ministi venenti"

Tav Galan: grave errore aver privilegiato la Roma-Napoli


.

Tav Galan: grave errore aver privilegiato la Roma-Napoli
11/07/2009, 11:07

TAV: GALAN, CHIEDERO' A MINISTRI VENETI DI FINANZIARLA 


Poleminco l'intevernto di Giacomo Galan Governatore del Venento in merito al ''Chiedetelo ad uno dei tre ministri del Veneto''. Cosi' ha risposto Giancarlo Galan, presidente della Regione, ai giornalisti che gli chiedevano perche' il Governo ha tagliato i finanziamenti alla Tav e alla Metropolitana di superficie. Il presidente del Veneto Giancarlo Galan ha detto che, se fosse un parlamentare napoletano, si batterebbe perché venisse realizzata l'alta velocita' tra Milano, Venezia e Trieste prima della Roma-Napoli. 'Magari non mi rieleggerebbero - ha spiegato - ma avrei fatto gli interessi del Paese. E invece si persevera non dando priorita' al territorio piu' produttivo del Paese, continuando negli errori del passato'. Galan ne ha parlato con i giornalisti a margine del convegno 'Paesaggio una grande occasione per il Veneto delle infrastrutture' a Padova. 'Non capisco - ha aggiunto - che utilita' possa avere privilegiare gli assi a sud tra Roma e Napoli e poi da qui verso Bari. Intanto ogni settimana partono interi convogli verso Rotterdam. Questo non vuol dire essere leghista, vuol dire avere a cuore gli interessi dell'intero Paese prima ancora che del Veneto, perche' le due questioni non sono separate o separabili: il progresso veneto e' il progresso per l'intero sistema Paese. E invece si sta perdendo del tempo." "Per l'alta velocita' - ha spiegato Galan - si sono fatti errori storici, realizzandola tra Roma e napoli anziche' al Nord, in particolare tra Milano e Venezia. Una follia, per gli interessi nazionali. Detto questo, va aggiunto che ci sono 6 miliardi di opere pubbliche finanziate dallo Stato in Veneto e 20 miliardo di opere pubbliche complessivamente intese, sempre in regione. Galan ha fatto sapere che riunira' i 3 mistri veneti, Sacconi, Brunetta e Zaia, e ''diro' loro che cosa il Veneto si attende''
 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©