Politica / Parlamento

Commenta Stampa

TENSIONE TRA DI PIETRO E IL QUIRINALE


TENSIONE TRA DI PIETRO E IL QUIRINALE
28/01/2009, 16:01

Questa mattina, a piazza Farnese, era prevista una manifestazione dell'Italia dei Valori, guidata da Antonio Di Pietro, per protestare contro l'azione del CSM ed in difesa del Procuratore Capo di Salerno Luigi Apicella, a pochi giorni dalla decisione di estrometterlo dalle funzioni e dallo stipendio, presa dalla Commissione Disciplinare del CSM.
Comportamento provocatorio da parte delle Forze dell'Ordine presenti, che hanno sequestrato volantini ed un manifesto con la striscia "Napolitano dorme, l'Italia insorge". E durante il discorso che ne è seguito, Di Pietro ha reso noto quello che era successo, facendo presente che il capo dello Stato è "poco arbitro e poco terzo".
Queste dichiarazioni non sono piaciute al Presidente della Repubblica, tanto che il Quirinale ha emesso una nota nella quale definisce le affermazioni del leader dell'Italia dei Valori come "offese pretestuose", asserendo che il capo dello Stato ha agito nel rispetto delle proprie prerogative costituzionali.
Durante il dibattito alla Camera, compatti tutti i gruppi parlamentari, anche di opposizione, nell'isolare ed attaccare l'IdV, per quello che era successo, con uno spiacevole battibecco tra il dipietrista Fabio Evangelisti e il Presidente della Camera Gianfranco Fini.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©