Politica / Regione

Commenta Stampa

Critiche anche sul piano rifiuti del neosindaco

Termovalorizzatore a Napoli est, Caldoro contro de Magistris


.

Termovalorizzatore a Napoli est, Caldoro contro de Magistris
01/06/2011, 15:06

La partita alle Comunale è appena conclusa e già scoppiano i primi muro contro muro tra la Regione Campania presieduta da Stefano Caldoro e il neosindaco della città di Napoli Luigi De Magistris. La disputa è tutta incentrata sull’inceneritore che dovrebbe sorgere a Napoli Est: se l’ex pm sostiene che farà di tutto per bloccare la gara per la costruzione del termovalorizzatore nell’area orientale, il Governatore campano non retrocede di un sol passo. “L’inceneritore va fatto – incalza Caldoro - intanto perché c’è una legge che lo impone e poi perché i suoli sono della Regione e la competenza per l’impiantistica della Provincia”. Il Comune, secondo il presidente della Campania, “deve assolvere a quelli che sono i suoi compiti, ovvero provvedere alla raccolta”. E le critiche del Governatore non risparmiano nemmeno i piani finora annunciati per la raccolta differenziata: “De Magistris parla di percentuali al 60% entro la fine dell’anno – ricorda Caldoro – Ma la città di Firenze per arrivare al 48 per cento ci ha messo quattro anni.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©