Politica / Politica

Commenta Stampa

Terzigno, il 31 maggio convegno sulla Sanità con Angelo Montemarano, Antonio Milo e Nicola Cosentino


Terzigno, il 31 maggio convegno sulla Sanità con Angelo Montemarano, Antonio Milo e Nicola Cosentino
25/05/2012, 12:05

Giovedì, 31 maggio 2012, alle ore 18:30, a Terzigno (Na), presso la sede della Giovane Italia (corso Leonardo da Vinci, 161), avrà luogo il convegno sul tema: “Sanità in Campania: la salute dei cittadini tra tagli alla spesa e qualità dei servizi”. Interverranno:

Introduzione e saluti iniziali:

Serafino Ambrosio - Vice Coordinatore Provinciale Giovane Italia;
Alessandro Sansoni - Presidente Provinciale Giovane Italia;
Federico Menna - Coordinatore Provinciale Giovane Italia;

Relatori:

dott. Giuseppe Russo - Direttore Sanitario Asl Na 3 Sud;
dott. Maurizio D’Amora – Direttore Generale Asl Na 3 Sud;
dott. Angelo Montemarano - già Assessore Regionale alla Sanità;
On. Antonio Milo – Deputato.


Conclusioni:
On. Nicola Cosentino – Deputato e già Sottosegretario di Stato all'Economia e alle Finanze .

“Con questa iniziativa – dichiara Serafino Ambrosio, Vice Coordinatore Provinciale della Giovane Italia – prosegue il nostro percorso basato sul dialogo continuo con la gente al fine di informarli costantemente sui loro diritti. La centralità dell’assistenza sanitaria rispetto alle esigenze dei cittadini è sempre più una questione prioritaria in Campania. Oggi, purtroppo, siamo di fronte ad una serie di problemi di non facile soluzione. Ma, a mio avviso, se di fronte ad una situazione di crisi o di difficoltà si reagisce con dei tagli alla “cieca” si rischia di alimentare un circuito negativo, riducendo la qualità dell’offerta invece di migliorarla. E’ chiaro che questa impostazione si scontra con la difficile situazione finanziaria. Ma è altrettanto chiaro che in un’ottica di medio e lungo periodo bisogna uscire da una programmazione a vista e razionalizzare senza “sguarnire” il territorio, valorizzando le eccellenze che esso offre, perché in Campania ci sono esempi di elevata qualità di servizi sanitari. Abbiamo organizzato questo convegno – conclude Ambrosio – perché per la Giovane Italia la centralità della persona, la tutela della sua dignità e il rispetto dei suoi bisogni sono valori irrinunciabili, ma, soprattutto, perché sulla Sanità grava un’importante responsabilità: dare risposte concrete ai cittadini che versano in uno stato di sofferenza”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati