Politica / Regione

Commenta Stampa

Teverola, il candidato a Sindaco Lusini risponde agli attacchi


Teverola, il candidato a Sindaco Lusini risponde agli attacchi
07/03/2010, 13:03

TEVEROLA – “Forse l’ex vice sindaco non è stato attento, era distratto, quando il sottoscritto faceva la spola da Teverola alla Regione Campania e viceversa per incontrare l’assessore ai trasporti Cascetta”. Il candidato sindaco della lista ‘Progetto Civico Città di Teverola’ Biagio Lusini esordisce in maniera ironica nel rispondere al suo avversario Gennaro Melillo che, in merito alla realizzazione della metropolitana, ha di recente rilasciato alcune dichiarazioni. “Sono sempre stato sempre parte attiva - afferma Lusini - nel concretizzare questa opera che darà lustro e notevoli vantaggi alla nostra comunità. Personalmente ho incontrato numerose volte l’assessore Cascetta, con il quale ho avuto anche degli scontri verbali, ma che alla fine si è mostrato molto disponibile. Non si contano le riunioni fatte insieme ai sindaci di Aversa e Carinaro, in cui io, in alcune occasioni, ho rappresentato anche le istanze del comune di Casaluce, a quel tempo commissariato. Alla fine è stato lo stesso assessore Cascetta a riconoscere l’importanza del lavoro svolto dal sindaco Lusini, nella manifestazione di presentazione del progetto, davanti ai cittadini. Il Comune di Teverola avrà poi il compito di realizzare tutte le opere collaterali alle uscite delle due stazioni, dalla viabilità all’arredo urbano. Quindi non è solo questione di indicazioni delle stazioni di fermata. Per quanto riguarda i fondi essi sono già stati stanziati dal Ministero, grazie anche al lavoro svolto dall’on. Graziano in Commissione Bilancio. Consiglio al mio avversario, infine, di dare meglio un’occhiata al progetto. Avrà modo di osservare che esso non si può più variare, quindi non è affatto preliminare, con i tempi di realizzazione già fissati e soprattutto che la metropolitana, al contrario di quanto ha affermato, attraverserà interamente nel sottosuolo il nostro territorio comunale, per poi uscire nei pressi dell’ipermercato Medì. Questa è la differenza fra chi lavora concretamente e chi lo fa in maniera superficiale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©