Politica / Regione

Commenta Stampa

Topo e Amato (Pd): Arpac, incompatibilità Direttore Generale

Intervenga Caldoro

Topo e Amato (Pd): Arpac, incompatibilità Direttore Generale
18/07/2013, 15:30

NAPOLI -Il Presidente della Regione Stefano Caldoro risolva ad horas la vicenda del Direttore Generale dell’Arpac, incompatibile in base al decreto39”.

La richiesta perentoria giunge dal capogruppo regionale del Pd, Raffaele Topo, e dal Presidente della commissione per il controllo sulle Bonifiche ambientali, Antonio Amato.

“Già ad aprile scorso - ricordano Topo e Amato - presentammo un interrogazione urgente per sollevare l’incompatibilità del Direttore Generale dell’Arpac ai sensi della citata normativa, a tutt’oggi senza esito. Inoltre dal 1 ottobre 2012 il Direttore dell’Arpac non risulta più nei ruoli dirigenziali della Regione Campania e sul punto si e' espressa l’Avvocatura regionale che ha fatto attivare un procedimento di decadenza”.

“Nonostante ciò - continuano Topo e Amato -  il Direttore Generale sta attuando una nuova organizzazione dell’Arpac, con atti in palese contrasto con la legge istitutiva dell’Agenzia regionale, assumendo provvedimenti eccedenti l'ordinaria amministrazione che impegnano l'agenzia per i prossimi esercizi finanziari. La palese condizione di incompatibilità suggerirebbe invece di limitarsi essenzialmente ad adempimenti urgenti e indifferibili”.

“Per questo – conclude la nota del gruppo Pd – Amato, in qualità di Presidente della Commissione Bonifiche, ha trasmesso apposita documentazione alla Corte dei Conti per verificare gli eventuali danni erariali che tale gestione può determinare”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©