Politica / Parlamento

Commenta Stampa

A consegnarlo il capogruppo della Lega Mario Carossa

Torino: consegna del tapiro-salvadanaio verde Lega alla Bresso


Torino: consegna del tapiro-salvadanaio verde Lega alla Bresso
26/10/2010, 19:10

Durante la seduta del Consiglio regionale il capogruppo della Lega Mario Carossa ha consegnato il simbolo nazional-popolare dell’«Italia che non va», un salvadanaio a forma di tapiro, di colore verde all'ex Presidente del Piemonte Mercedes Bresso, nonostante non fosse presente in aula, spiegando: "E' ora che Mercedes Bresso incominci a mettere via i soldi per pagare i riconteggi delle schede elettorali che costeranno ai piemontesi un bel po' di soldi. Ed e' ora che la smetta di delegittimare il Piemonte". In più gli altri consiglieri della Lega si sono alzati in piedi esponendo uno striscione con la scritta "A volte vincono i buoni". "Un gesto per dimostrare che a volte vince la gente comune e non solo i salotti" ha precisato Carossa. Intanto la seduta è stata sospesa dal Presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo per evitare che aumentassero i tumulti con i democratici. “Il riconteggio è stato ordinato da un tribunale, non e' stata certo una mia richiesta. Se parliamo di danni ai piemontesi parliamo di quelli conseguenti ai tagli fatti sul bilancio proposto dalla destra". Da Bruxelles, dove si trova al Parlamento europeo in veste di presidente del Comitato delle regioni UE, Mercedes Bresso controbatte. "La Lega - continua Bresso - preferisce lo stile burlesque a quello responsabile di una maggioranza che dovrebbe portare avanti provvedimenti senza inscenare simili teatrini contro l'opposizione. Sarebbe ora - conclude Bresso - che iniziassero a fare qualcosa per il Piemonte senza alibi".

Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©