Politica / Regione

Commenta Stampa

"Molto è stato fatto ma altrettanto c'è da fare"

Trasporti Campania: presentato rapporto mobilità


.

Trasporti Campania: presentato rapporto mobilità
09/03/2010, 13:03

NAPOLI - Nel settore dei trasporti, delle infrastrutture "ci sono molti investimenti in campo" in Campania e di questo gli utenti "sono soddisfatti". E' stato "fatto un enorme sforzo" ma per il futuro "c'é altrettanto lavoro da fare". E' quanto emerge dal terzo Rapporto annuale 2009 dell'Acam, Agenzia campana per la mobilità sostenibile, presentato oggi a Napoli. "In campo ci sono molti investimenti, nuove ferrovie che sono state ammodernate e allungate, nuovi servizi e treni per il materiale rotabile e gli utenti che usano questo, da quanto emerge dal rapporto, naturalmente sono soddisfatti - ha spiegato Anna Donati, direttore generale dell'Acam - Il rapporto, però, registra anche dei punti di difficoltà. Ad esempio Napoli continua ad avere livelli di inquinamento e di superamento dei limiti, gli utenti vorrebbero di più sul piano del servizi e dell'allargamento dell'offerta di servizi. Il rapporto rende conto di un enorme sforzo che è stato fatto per migliorare la mobilità dei cittadini campani ma indica anche che c'é per il futuro altrettanto lavoro da fare". Le priorità? "Da un lato proseguire con gli investimenti, il completamento della metropolitana, i servizi delle ore serali per esempio sulla linea 2 della metropolitana - ha aggiunto la Donati - però serve anche, e su questo la Regione e l'Acam vogliono investire, maggiore informazione all'utenza. Spesso gli utenti non sanno che c'é una rete regionale ben interconnessa e quindi vuol dire che è carente il sistema di informazione. L'utente, del resto, é intelligente e quando vede che c'é spazio di miglioramento chiede ancora di più. L'attenzione all'utente è il prossimo grande obiettivo". Una specifica indagine è stata condotta sull'utenza che ha riguardato la linea Piscinola - Aversa: il 29,8% degli utenti ha aumentato la frequenza dello spostamento ed il 10,7% è nuova domanda di trasporto. Tra quanti già effettuavano lo spostamento il 49,9% utilizzava l'auto o la moto mentre il 34,3% si serviva dell'autobus. Quindi complessivamente il 90,2% degli utenti del nuovo servizio ha cambiato le proprie abitudini. Serve più informazione sulla linea Fs Monte del Vesuvio tra Napoli e Salerno, visto che molti utenti non sanno che c'é. Focus anche sulla mobilità marittima e sul sistema portuale in Campania dove si registra una crescita del traffico passeggeri nel Golfo di Napoli e Salerno e sul sistema aeroportuale, tra l'altro, dove il traffico passeggeri è cresciuto dal 2001 al 2008 del 41%

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©