Politica / Regione

Commenta Stampa

Trasporti: la CGIL chiede le dimissioni di Vetrella


.

Trasporti: la CGIL chiede le dimissioni di Vetrella
09/09/2011, 14:09

NAPOLI - E’ una situazione incandescente quella dei trasporti in Campania, da più fronti si eleva alto il grido di una realtà difficile da gestire perché in tutta la regione, a causa della manovra appena varata che diminuisce i fondi, saranno diversi i tagli effettuati che comporteranno inevitabilmente una diminuzione  delle corse e dunque un sovraffollamento dei convogli anche nelle ore di punta. Questa mattina presso la sede della CGIL si è tenuta una conferenza stampa a cui hanno preso parte le diverse sigle sindacali che abbracciano i trasporti, tra cui CGIL, FILT, Camera del lavoro ed i rappresentanti degli studenti napoletani che hanno affrontato le cifre del problema ed hanno soprattutto chiesto le dimissioni dell’assessore regionale Sergio Vetrella perché non è stato in grado di gestire questa emergenza. I dati infatti parlano di tagli che prevedono il 16% per le aziende Metrocampania Nord-Est, Spesa e Circumvesuviana; 24% per trasporto su gomma e 28% per il trasporto regionale Trenitalia con 2000 lavoratori del settore che rischiano il posto.  Da lunedì ad esempio le corse della circumvesuviana diminuiranno di un terzo ovvero da 440 corse giornaliere ne saranno effettuate solo 290. Ai nostri microfoni il Segretario della CGIL Campania Alfonso Viola ed il segretario CGIL Napoli Giovanni Nughes hanno spiegato che la direzione presa dall’assessorato dei trasporti non può essere accettata perché come al solito a pagarne le conseguenze saranno le fasce più deboli come pendolari, anziani e studenti.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©