Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Tremonti: "Cambiare la norma europea sui paradisi fiscali"


Tremonti: 'Cambiare la norma europea sui paradisi fiscali'
10/06/2009, 13:06

Attacco frontale del Ministro delle Finanze italiano Giulio Tremonti contro la normativa europea sui paradisi fiscali. "I nostri dati in tutta Europa indicano che la direttiva europea sul risparmio,che prevede una ritenuta secca su cui hai l'anonimato,e' aggirata. Chi ha soldi fuori non e' contento e li mette in una societa' anonima: cosi' salta-prosegue il ministro-anche la ritenuta secca. Non ci sembra giusto questo, vogliamo rivedere tutto e abbiamo detto cosi' non va", ha detto Tremonti.
Su questo si potrebbe essere anche d'accordo. Ma visto che parliamo dello stesso ministro che ha fatto 23 condoni (se non ho perso il conto), che ha fatto lo scudo fiscale, ha contribuito ad abolire il reato di falso in bilancio, ha nominato un capo della Guardia di Finanza (il generale Speciale, attualmente in Parlamento nelle file del Popolo della Libertà, per non fdover rispondere alla magistratura del fatto che usava i finanzieri e i mezzi della Guardia di Finanza per andargli a comprare e a trasportare il pesce fino a Cortina o per fargli da camerieri) che aveva le istruzioni di non mandare la Guardia di Finanza a trovare gli evasori; un ministro che ha fatto tutto questo, cosa propone in alternativa? Una norma per combattere i paradisi fiscali o per svuotare di contenuti la legge europea?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©