Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Tremonti dice la verità?


Tremonti dice la verità?
21/04/2009, 08:04

 

IL MINISTRO TREMONTI DICE LA VERITA'?.

PER L'ABRUZZO NESSUNA TASSA SUI REDDITI.

I SOLDI VI SONO.


 

www.notiziesindacali.com


 

Il dramma del Paese Italia si chiama economia reale perché siamo stretti tra recessione e deflazione.

L'Italia, nel 2009, perderà il 4,3 del Pil e quindi noi tutti saremo più poveri, mentre nel mese di Febbraio la produzione industriale- dai dati in postro possesso- è scesa dell'8,1%, la disoccupazione, dopo diversi anni , è cominciata a crescere e si è attestata al di sopra del 7%,in definitiva, il nostro Paese ,nel 2009, sarà alle prese con una riduzione sostanziosa del PIL, abbassamento notevole dei consumi, del reddito e della produttività .

Questo arrancare dell'Italia comporta che, i Paesi Europei ,stanno andando verso il superamento della crisi e la ripresa produttiva ed il nostro Paese arranca nel superare la crisi l'eventuale ripresa produttiva.

Siamo giunti a questo perché, mentre gli altri Paesi, hanno investito rilevanti somme dal bilancio Statale noi abbiamo investito poco, molto poco . Ad esempio gli USA hanno speso il 4,8% , la Germania il 3,4%, la Francia l'1,4% e l'Italia ha investito solo :0,3%.

Oggi, il Ministro dell'Economia Tremonti , dice che non vi è bisogno di nuove tasse per procedere alla “Ricostruzione” dell'Abruzzo,vogliamo ricordare che gli esperti calcolano che sono necessari per 10 anni l'1,5% del Pil. Forse il Ministro Tremonti è influenzato notevolmente da quello che dice il Presidente del Consiglio dei Ministri?

A questo punto sorge spontanea una domanda :

Queste risorse finanziarie erano disponibili all'inizio della crisi ed allora perché il Ministro Tremonti non le ha tirate fuori allora?

Solo adesso queste escono fuori ma vi sono?


 


 

Napoli, 21/04/09


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 

Commenta Stampa
di Raffaele Pirozzi
Riproduzione riservata ©