Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Contributi illeciti: danni allo Stato per 45 mln di euro

Truffa: Ciarrapico (Pdl) a processo. Con lui altri undici

C'è anche il figlio del senatore. Si inizia il 28 giugno

Truffa: Ciarrapico (Pdl) a processo. Con lui altri undici
30/01/2012, 18:01

ROMA – Avrebbero truffato lo Stato, raggirando la presidenza del Consiglio dei ministri (il Dipartimento per l’Editoria) e ottenendo in maniera illecita circa 45 milioni di euro fino al 2010. È così, che con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato, favoreggiamento, dichiarazione fraudolenta, mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, il senatore del Pdl Giuseppe Ciarrapico, insieme al figlio Tullio e altre 10 persone, è stato rinviato a giudizio.
I reati che gli vengono contestati vedono il senatore Ciarrapico nella veste di proprietario della “Nuova Editoriale Oggi” e della “Editoriale Ciociaria Oggi”: secondo la ricostruzione della Guardia di Finanza, Ciarrapico avrebbe costituito due cooperative editoriali, la cui amministrazione era stata affidata a due prestanome ultraottantenni (deceduti). I contributi dal Dipartimento per l’editoria li avrebbe ottenuti “attraverso artifizi e raggiri, consistiti nel presentare una falsa situazione di fatto e contabile delle predette società, in particolare fornendo false dichiarazioni”. Secondo la procura, le due società, in realtà diverse, sarebbero state di fatto un’unica impresa: tutto ciò ha consentito, eludendo le norme, di incassare il doppio di quanto spettasse. Per l’accusa, inoltre, alcuni collaboratori di Ciarrapico, appresa la notizia delle indagini in corso, avrebbero anche cercato di occultare documenti. Il danno all’erario secondo gli investigatori ammonterebbe a oltre 45 milioni di euro, tanto che la presidenza del Consiglio si è costituita parte civile tramite l’avvocato Massimo Giannuzzi. Il processo prenderà il via il 28 giugno prossimo.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©