Politica / Regione

Commenta Stampa

Turista aggredito a Napoli; Cesaro: “La vicinanza di tutti i napoletani alla moglie”


Turista aggredito a Napoli; Cesaro: “La vicinanza di tutti i napoletani alla moglie”
27/05/2011, 15:05

Il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, appena appreso del decesso di Antonio Oscar Mendoza, il turista americano originario del Portorico scippato ed aggredito nove giorni fa nella zona immediatamente esterna al Porto di Napoli, ha voluto rilasciare la seguente dichiarazione: “Intendo – ha detto - esprimere innanzitutto, a nome di tutti i cittadini della provincia di Napoli, la più grande vicinanza e l’immenso dolore e rimorso alla moglie ed ai familiari del povero turista. Questo episodio gravissimo certo non giova all’immagine della nostra città, e non rispecchia assolutamente il vero animo del nostro popolo, storicamente ospitale ed aperto ad accogliere con calore e disponibilità turisti da tutto il mondo. E’ evidente che le istituzioni sono chiamate a dare risposte precise e puntuali per far fronte a questi episodi di microcriminalità che si possono tradurre talvolta in vere e proprie tragedie. Ricordo – ha proseguito Cesaro - che all’inizio di questa settimana ho comunicato al comitato per l’ordine pubblico la disponibilità del Corpo della Polizia provinciale a partecipare con proprie pattuglie al presidio del territorio, in particolar modo nelle zone frequentate dai turisti immediatamente fuori allo scalo portuale partenopeo. Auspico comunque che sia, al di là del giusto intervento delle autorità, una rinnovata coscienza e collaborazione popolare la migliore alleata di chi vuole Napoli e tutta l’area provinciale tranquillamente disponibile all’accoglienza turistica, non solo in nome dei vantaggi economici che ciò comporta, ma proprio – ha concluso il Presidente Cesaro - per una giusta espressione della nostra grande millenaria cultura”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©