Politica / Regione

Commenta Stampa

Turista aggredito, Palmieri: “Napoli non è Caracas, Coccia receda da inopportuno proposito”


Turista aggredito, Palmieri: “Napoli non è Caracas, Coccia receda da inopportuno proposito”
20/05/2011, 14:05

“L’affissione nel porto di Napoli di cartelli shock che altro non otterrebbero che il risultato di far scappare a gambe levate i turisti in arrivo a Napoli è il modo meno adeguato per affrontare il problema criminalità, micro o macro che sia in città. E mi auguro che il presidente del Terminal di Napoli Spa - è l’appello di Palmieri - receda dal proposito”.

Così il consigliere comunale del Nuovo Psi, neo eletto nelle fila di Forza del Sud, Domenico Palmieri, per il quale,“l’immagine di Napoli, che comunque non è Caracas, è già stata abbastanza compromessa e alimentare nell’immaginario collettivo una fotografia esasperata dei problemi peggiora solo le cose”.

“Ben venga, anzi è necessario, - conclude l‘esponente riformista - un significativo rafforzamento di tutti gli strumenti utili a garantire la sicurezza in città, sia in termini di prevenzione che repressione, a partire, come ha giustamente suggerito Lettieri, dalla realizzazione di un capillare ed efficace sistema di videosorveglianza. No, invece, ad ogni forma di iniziativa che, seppure dettata dall’emotività del momento, non solo non risolve i problemi ma ne somma altri a quelli esistenti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©