Politica / Regione

Commenta Stampa

Il progetto formula 5 proposte per il governo campano

Udeur, Mastranzo aderisce al 'codice' di Utelit Consum


.

Udeur, Mastranzo aderisce al 'codice' di Utelit Consum
12/03/2010, 14:03

NAPOLI – “Presenterò, in tempi brevi, una proposta di legge per recepire il codice di solidarietà proposto dall’associazione Utelit Consum”.
E’ quanto ha annunciato il capogruppo regionale dei Popolari Udeur Pietro Mastranzo, che, stamani, ha tenuto una conferenza stampa insieme con il capogruppo al Consiglio Comunale di Napoli, Ciro Monaco, il capogruppo della VI Municipalità Gennaro Cierro, e il presidente dell’associazione in difesa degli utenti televisivi, Rocco Monaco. L’associazione ha illustrato cinque proposte di solidarietà per i governi regionali che prevedono: la riduzione progressiva delle liste di attesa negli ospedali a tre giorni lavorativi; la valorizzazione dei prodotti locali e il voucher di 300 euro per i capi famiglia che hanno perso il posto di lavoro; il contributo regionale mensile di 200 euro a tutti i pensionati al minimo; la prevenzione degli incidenti domestici e l’assistenza agli anziani contro le truffe; la riduzione del 50% dello stipendio mensile dei Consiglieri e Assessori regionali e del Presidente della Regione.
“Sono proposte di elevato valore sociale che ho prontamente accolto e che presto trasformerò in una proposta di legge – ha spiegato Mastranzo – a cominciare dalla riduzione alla metà della indennità dei Consiglieri e degli Assessori regionali perché sono convinto che la politica non debba essere ‘professione’ e che non debba essere fatta per arricchimento personale. Su questo terreno – ha aggiunto Mastranzo – sfido tutte le forze politiche a voler dimostrare l’intenzione concreta di recuperare l’etica pubblica e di voler destinare risorse ai diritti dei più deboli”.
Sulla stessa linea il capogruppo al Comune di Napoli, Ciro Monaco, che ha annunciato, a sua volta, la presentazione di una delibera amministrativa: “anche al Comune le indennità devono essere ridotte affinchè le risorse recuperate possano essere destinate a scopi sociali più importanti – ha sottolineato, proponendo, inoltre, che “i tagli delle indennità riguardino anche i parlamentari nazionali e il taglio delle consulenze e degli incarichi professionali, che assorbono una ingente parte delle risorse comunali, alimentando sprechi e clientele”. “Anche la classe dirigente delle Municipalità aderisce al codice di Utelit Consum, evidenziando che i consiglieri municipali sono sempre in prima linea per fornire risposte concrete alle problematiche della popolazione, con particolare riferimento a quella della VI Municipalità che riguarda 120.00 persone di un’area socialmente ed economicamente afflitta come S.Giovanni, Barra e Ponticelli”.
Il presidente di Utelit Consum, Rocco Monaco, ha sottolineato “la positiva attenzione ricevuta da esponenti del centro destra e ha sollecitato tutte le forze politiche ad aderire al codice di solidarietà che – ha sottolineato – sui facebook gode di un gruppo di ascolto di 1500 persone” e ha colto l’occasione per lanciare alcune proposte per il Governo nazionale, tra le quali la riduzione dei componenti dei consigli di amministrazione e delle consulenze.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©