Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Una sfida importante in termini di gestione

UE: Nuovi obiettivi per la raccolta RAEE

Centro di Coordinazione: Siamo fiduciosi

UE: Nuovi obiettivi per la raccolta RAEE
20/01/2012, 21:01

Nuovi obiettivi   circa la raccolta dei RAEE, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, sono stati fissati all’interno della legislazione approvata dall’Europarlamento. Il documento prevede che entro il 2016 si dovranno raccogliere 45 tonnellate di RAEE per ogni 100 tonnellate di nuovi ellettrodomestici immessi sul mercato .
''Sicuramente i nuovi obiettivi di raccolta porranno all'Italia una sfida importante in termini di gestione operativa e di sensibilizzazione dei cittadini'', ha riferito il Centro di Coordinazione RAEE ch si è mostrato favorevole alla nuova decisione,  ''Siamo fiduciosi che il nostro Paese sara' in grado di far fronte alle richieste e raggiungere gli obiettivi prefissati''.
La nuova legislazione europea potrà significare per il paese una raccolta pro-capite pari a circa 7,5 kg per abitante nel 2016 e quasi 10 kg nel 2019 e tutto questo sulla base che sono già da due anni che ha centrato e superato l'obiettivo dei 4 kg per abitante di RAEE raccolti previsto dalla Direttiva vigente.
Il Centro Coordinamento ha inoltre sottolineato che  “''Per raggiungere l'obiettivo e' importante che tutti i soggetti interessati alla gestione dei RAEE dai cittadini ai produttori passando per gli enti territoriali, i riciclatori e la distribuzione commerciale, lavorino in piena collaborazione favorendo il recupero e il riciclo di tutte le tipologie di elettrodomestici, dai piu' piccoli ai piu' grandi''.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©