Politica / Regione

Commenta Stampa

UIL, Bilancio Regionale: contraddittoria razionalizzazione per lo sviluppo.


UIL, Bilancio Regionale: contraddittoria razionalizzazione per lo sviluppo.
02/03/2011, 11:03

Contraddittoria razionalizzazione e mancanza di linee per un disegno strategico su sviluppo ed occupazione: lo si potrebbe riassumere così il primo giudizio della UIL Campania sul bilancio approvato ieri sera dalla giunta regionale guidata da Caldoro.
Lamentando il “solito” metodo che costringe le parti sociali ad incorrere in decisioni già assunte dalla regione, la UIL Campania teme che anche questa volta si sia sprecato uno strumento importante per il risanamento e lo sviluppo.
Comprendiamo la necessità di una stabilizzazione finanziaria e condividiamo i primi tagli che vanno nella direzione di quella “lotta agli sprechi” da noi tante volte sostenuta, afferma Anna Rea, segretario generale della UIL Campania, ma poi ci appaiono contraddittori i finanziamenti a pioggia per alcuni settori e dipartimenti tali da rendere nulla la razionalizzazione avviata, inoltre le risorse risparmiate non sembrano beneficiare l’occupazione e/o la riduzione dei tributi.
Troppo deboli i segnali sull’occupazione e la precarietà, continua Anna Rea, penso ad esempio alla situazione dei lavoratori socialmente utili. Sono più di dieci anni che gli LSU, lavorano negli uffici, nei dipartimenti della regione e adesso d’emblée si cancellano come se il problema non fosse mai esistito.
Così come appare più che contraddittoria la decisione unilaterale di avviare un nuovo bando di “reclutamento “ per gli OSS, mentre per i forestali precari non c’è alcuna certezza, né sono stati stabilizzati quei precari (quota restante) del settore sanità.
Forte preoccupazione la UIL Campania la esprime per la mancanza di indirizzi chiari per lo sviluppo regionale, per le infrastrutture ed i servizi di pubblica utilità, a partire dai trasporti.
Ci auguriamo che i limiti di un confronto non avutosi su questa materia, afferma Anna Rea, vengano recuperati al più presto dal presidente Caldoro.
Intanto la UIL Campania prevede per venerdì, 4 marzo, un incontro sul bilancio con tutte le categorie, per definire proposte ed azioni più concrete in una Campania oramai al collasso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©