Politica / Regione

Commenta Stampa

Angeletti: "lotta all’evasione per reperire risorse"

UIL: meno sprechi in politica per ridurre le tasse


.

UIL: meno sprechi in politica per ridurre le tasse
08/04/2011, 16:04

NAPOLI – Quasi un miliardo del nuovo conio europeo, per circa 200mila persone che direttamente ed indirettamente vivono in politica. È questa, secondo le stime della UIL, la cifra da capogiro spesa dalla politica locale, resa nota durante l’incontro dal titolo: “Noi paghiamo sempre più tasse e la politica spreca”. I costi della politica nella nostra regione per il solo funzionamento delle giunte e dei consigli di regione, province e comuni ammontano a 392 milioni di euro. A questi vanno aggiunti gli ulteriori 516 milioni di euro spesi per la rappresentanza; per gli amministratori delle società e dei consorzi a partecipazione pubblica. Dalla somma di queste due cifre si arriva al considerevole risultato di 908 milioni di euro.
Tra le proposte della UIL Campania, in primo luogo c’è il taglio del 20% delle spese politiche, che porterebbero ad un risparmio di quasi 300 milioni di euro, quasi 200 euro per contribuente. Monitoraggio e miglior utilizzo del patrimonio immobiliare di Regione, Province e Comuni; tagli ad incarichi e consulenze; rafforzamento delle azioni anti-evasione; azzeramento delle deleghe delle province; sfoltire le società partecipate ed infine controllo delle licenze d’uso dei software nella Pubblica Amministrazione. Sono queste le altre idee messe in campo per ridurre i costi e favorire lo sviluppo.
Tra i presenti, il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, il segretario generale della UIL campana, Anna Rea ed il segretario generale della UIL nazionale, Luigi Angeletti che ha sottolineato come “le uniche possibilità che abbiamo oggi per reperire risorse sono la lotta all’evasione fiscale e la riduzione degli sprechi della politica, ma le due cose vanno fatte insieme. Occorre chiudere ogni strada possibile all’aumento delle tasse perché aumentarle, quando servono risorse, è più semplice che contrastare l’evasione fiscale”.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©