Politica / Regione

Commenta Stampa

Oggi conferenza stampa a Napoli con Denis Verdini

Ultime ore di campagna elettorale per Caldoro


.

Ultime ore di campagna elettorale per Caldoro
25/03/2010, 17:03

NAPOLI – Ultime ore di campagna elettorale per il candidato alla presidenza della Regione Campania Stefano Caldoro. Questa mattina appuntamento al caffè Gambrinus, insieme ai vertici Campani del Pdl ed al coordinatore nazionale Verdini.
"Se siete contenti – dice Caldoro - del modo in cui siete stati amministrati finora. in questi 15 anni, da Bassilino e Iervolino - ha detto - allora continuate a scegliere il centrosinistra". "Penso, però, che non sia così - ha aggiunto - Sono sicuro che i cittadini siano stanchi di questo malgoverno". L'alternativa "per chi vuole il riscatto della Campania", ha precisato Caldoro, "siamo noi". "La gestione del centrosinistra - ha concluso - è stata un disastro da tutti i punti di vista: sanità, ambiente, rifiuti, disoccupazione. Siamo noi la scelta del cambiamento".
Non c'é la 'fila', in Campania, per sostituire il coordinatore regionale del Pdl Nicola Cosentino, dopo le prossime regionali. Lo ha detto il coordinatore nazionale del partito Denis Verdini, rispondendo a una domanda sulle prospettive del coordinamento regionale del partito, anche alla luce della richiesta di arresto dalla Procura di Napoli, per i presunti rapporti di Cosentino con la camorra del Casertano. "Io ho uno straordinario rapporto con Cosentino, non da oggi, ma da lungo tempo", ha detto Verdini. "Se dovessi giudicare, per esempio, la partecipazione alla manifestazione del 20 - ha continuato - la Campania è quella che più ha dato in termini di organizzazione, è stata una cosa straordinaria, quasi commovente". "Sono uno che, lavorando, capisce i problemi degli altri - ha insistito - e perciò ringrazio i dirigenti tutti quelli che sono saliti in pullman e venuti a Roma". "Quindi su Nicola io non vedo nessun problema - ha concluso -, anche per quel che riguarda la Campania lavorare stanca, quindi non credo che vi sia la fila per prendere il posto per un lavoratore come Nicola".
Per quanto riguarda le nomine che sono in corso in queste ore Caldoro ha affermato, “sono nomine fatte "in rigor mortis" quelle degli ultimi giorni approvate dalla Giunta regionale campana uscente. "La Giunta si è svegliata una mattina - ha detto - e ha cominciato a fare nomine per i prossimi quattro anni, mettendo nei posti chiave i loro amici". "Non si è mai vista una cosa del genere nella storia della democrazia - ha aggiunto - Per il passato sono state fatte nomine che duravano fino a scadenza di mandato, qui si va oltre". "Non è morale una cosa del genere - ha concluso - un segnale di cattiva politica che va in controtendenza rispetto all'esempio di buona politica che dobbiamo dare ai giovani".

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©