Politica / Regione

Commenta Stampa

Un anno di Campania al Lavoro, più 30 mila occupati


Un anno di Campania al Lavoro, più 30 mila occupati
03/10/2011, 14:10

L’assessore al Lavoro della Regione Campania Severino Nappi ha illustrato, nel corso di una conferenza stampa a palazzo Santa Lucia, i dati relativi al primo anno di “Campania al Lavoro!”, il programma avviato dalla Giunta per incentivare l’occupazione, facilitare l’incrocio tra domanda ed offerta, e favorire l’accesso dei giovani e delle donne sul mercato.

Le cifre presentano molte importanti novità. Sulla base dei dati Istat al 30 settembre 2011, si registra per la prima volta in Campania dal 2005 un saldo positivo dell’occupazione, con una crescita di 30.000 unità.

I movimenti in ingresso nel mercato del lavoro sono a + 55.000, l’occupazione giovanile è a + 25.000, le donne che lavorano sono + 15.500, i contratti di apprendistato aumentano del 50%.

“Le politiche anticrisi della Campania – sottolinea l’assessore Nappi – sono le più efficaci d’Italia, come ha sottolineato il Rapporto Formez del 2011. Cresce l’occupazione, ed allo stesso tempo il costo del lavoro resta il più basso in assoluto nel Paese senza toccare la retribuzione, ma grazie agli incentivi che abbiamo messo in campo.

“Finora abbiamo investito 534 milioni di euro, e coinvolto 56 mila lavoratori. Le risorse sono state destinate per 270 milioni alle politiche attive, come gli incentivi alle assunzioni, la formazione, di cui hanno beneficiato 29 mila lavoratori, per 25 milioni al potenziamento dei servizi per il lavoro, e per 238 milioni alle politiche passive, come la cassa in deroga, gli Lsu ed altro, con 27 mila beneficiari diretti.

“Andiamo avanti su questa strada. La fiducia, registrata anche dall’Istat nel rapporto semestrale 2011, è il viatico migliore per proseguire e potenziare ulteriormente <Campania al Lavoro!>, conclude l’assessore Nappi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©