Politica / Regione

Commenta Stampa

L'auspicio del Sub commissario Silvestro

Un ente comunale al servizio dei cittadini di Pozzuoli


Un ente comunale al servizio dei cittadini di Pozzuoli
23/06/2010, 16:06

POZZUOLI (NA)- E' giunto  a Pozzuoli con una robusta carriera professionale alle spalle. Si tratta di Ciro Silvestro, Sub Commissario presso la casa comunale di via Tito Livio. 
Vice consigliere di prefettura a Rimini dal 1997 al 1999; dal mese di settembre 2001 a marzo 2003 è Viceprefetto aggiunto in servizio presso l’Ufficio Affari legislativi e relazioni parlamentari del Ministero dell’Interno; da marzo 2003 riveste la carica di Viceprefetto aggiunto in servizio prezzo l’Ufficio di Gabinetto del Ministro dell’Interno e da novembre 2009 è Viceprefetto aggiunto in servizio presso la Prefettura- Utg di Napoli, titolare dell’incarico di dirigente dell’area III sexties e reggente dell’area III quater (depenalizzazione e affari legali). Approdato nella "capitale" dei Campi Ardenti, il dottor Silvestro dichiara:
Viviamo una situazione caratterizzata da problematiche urgenti, causate dalla precedente crisi politica. Attualmente è indispensabile tener presente il fattore della tempistica, in quanto ci sono alcuni atti fondamentali con scadenza a breve; dunque, dobbiamo accelerare le pratiche in ragione dei tempi ristretti. Partiremo con il rendiconto consultivo, il Bilancio di previsione, il Progetto Europa Più”.

Tra gli incarichi del dottor Silvestro presso l’ente comunale puteolano emerge il difficile compito di individuare coloro che evadono il fisco; un fenomeno, ormai, alquanto dilagante.

Stiamo lavorando- prosegue Silvestro-  per la valorizzazione dei beni alienati dal Comune di Pozzuoli, in quanto la precedente asta non ha avuto un esito positivo, se non per l’area mercato di Toiano. Il nostro intento non è puramente economico, miriamo ad un ripristino del tessuto urbano e dunque ad una migliore qualità della vita per i cittadini. La nostra non sarà una svendita, pur essendoci l’abbattimento dei vecchi costi; cercheremo di riattivare l’attenzione dei compratori e al contempo di non sminuire il valore di tali strutture. Si tratta, infatti, di beni depauperati, ma comunque preziosi”.

La vera sfida- chiosa con determinazione il sub Commissario- è creare un’amministrazione pubblica meno autoreferenziale e realmente al servizio dei contribuenti; un ente, dunque, più vicino ai cittadini”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©