Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Berlusconi: premio per l’operato degli ultimi dieci mesi

Un posto da Ministro pronto per Bertolaso


Un posto da Ministro pronto per Bertolaso
29/01/2010, 19:01

L’AQUILA – Buone nuove per Bertolaso. Il pupillo del premier Berlusconi, che ha già annunciato di voler lasciare la guida della Protezione Civile e di non essere interessato a candidarsi per le prossime elezioni, potrebbe ricevere a breve un “premio” ben più importante: un posto da Ministro. L’annuncio arriva dal presidente del Consiglio, in occasione della 26esima visita a L’Aquila, durante la cerimonia per il passaggio di consegne tra il commissario straordinario per la gestione dell'emergenza terremoto in Abruzzo Guido Bertolaso e il presidente della regione Abruzzo Gianni Chiodi. E, a quanto pare, non si tratta solo di una promessa: il premier ha fatto capire a chiare lettere che per la nomina la decisione è stata già presa, manca solo, come si dice, la firma.
L’annuncio è stato fatto nel capoluogo abruzzese, dopo quello riguardante il varo immediato di un piano di rilancio economico per le zone colpite dal sisma. Un progetto che, ha assicurato il Cavaliere, permetterà a tutti di “guardare al futuro con assolutà serenità”. E questo, ha aggiunto, è “l’impegno del presidente del Consiglio e del nuovo Ministro”. Il “nuovo Ministro” in questione è ovviamente Bertolaso, al quale Berlusconi si è rivolto subito dopo. “Credo che tutti possono immaginare, - ha spiegato, - dopo l’exploit che Guido ha fatto in questi dieci mesi, il minimo che possiamo dargli come riconoscimento e merito è la nomima a ministro da parte del presidente del consiglio”.
“Signor Ministro, - ha proseguito il Cavaliere, sempre rivolgendosi a Bertolaso, - ella ha avuto il grande merito di restare qui giorno e notte, sabato e domenica e di essere molto capace nell’organizzazione, nella direzione degli uomini e nel farsi voler bene d coloro con cui collabora. Ha avuto anche il merito di sapersi scegliere i collaboratori”. “Io che ho lavorato insieme a lui con tanti uomini della protezione civile, - ha concluso Berlusconi, - non ho trovato mai una sola persona che non avrei scelto come mio collaboratore: questo è il grande merito, oltre a tutti gli altri, e cioè il talento nella conoscenza degli uomini”.
La nomina (annunciata ma ovviamente non ancora ufficiale) arriva come un fulmine a ciel sereno e scuote soprattutto i banchi dell’opposizione, dai quali sono arrivate già le prime critiche. Tra tutte, quelle che riguardano la gaffe di Bertolaso nei confronti degli Usa, quando il capo della Protezione Civile ha parlato di una eccessiva spettacolarizzazione dei soccorsi ad Haiti che si traduce in operazioni poco efficaci. Parole che avevano causato lo sdegno di Hilary Clinton e che avevano portato, a stretto giro, ad una “rettifica” proprio da parte di Berlusconi.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©