Politica / Regione

Commenta Stampa

Nella sala "Caduti di Nassirya" al cosniglio regionale

Un seminario a Napoli sui diritti dei detenuti


.

Un seminario a Napoli sui diritti dei detenuti
03/12/2009, 17:12

NAPOLI - La presidenza del consiglio regionale accende i riflettori sul delicato e spinoso tema dei diritti dei detenuti. Un’iniziativa di grande attualità considerato che il problema del sovraffollamento delle carceri influisce su più fattori. Non solo quello più evidente legato alla vivibilità quotidiana, ma anche su altri diritti, come quello dell’affettività. Insomma, una situazione di degrado che impedisce ai detenuti persino di svolgere i colloqui periodici con i familiari in un contesto di relativa tranquillità.
Il seminario si è svolto presso la sala di rappresentanza del consiglio regionale “Caduti di Nassirya”, al centro direzionale: “Diritto alla affettività delle persone recluse” con la collaborazione del Garante dei soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale della Regione Campania. I lavori sono stati introdotti dal vicepresidente del consiglio regionale, Gennaro Mucciolo, e dalla relazione del Garante, Adriana Tocco. Il dibattito è stato moderato dal giornalista di “Repubblica” Dario Del Porto ed ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Mauro Palma, presidente del Comitato europeo per la prevenzione della tortura; di Francesco Cascini, direttore dell’ufficio ispettivo Dap; di Stefano Anastasia, presidente dell’associazione “Antigone” e della direttrice dell’istituto penitenziario di Benevento, Maria Luisa Palma.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©