Politica / Napoli

Commenta Stampa

Progetto di Save the Children ed Enel Cuore

Una “Buona Tavola” per contrastare la povertà minorile


.

Una “Buona Tavola” per contrastare la povertà minorile
15/03/2012, 15:03

NAPOLI – Si chiama “La Buona Tavola” ed è un progetto messo in campo per contrastare la povertà minorile e quella alimentare, lanciato a Napoli questa mattina da Save the Children e Enel Cuore in contemporanea con Torino e Roma.
Un atto dovuto se si guarda i dati allarmanti sulla Campania, dati che vedono la nostra Regione posizionarsi solo dopo la Sicilia per il livello di povertà che colpisce un minore su tre.
Il progetto sarà in grado di raggiungere, nei luoghi della vita di tutti i giorni, quasi 30 mila bambini e adolescenti nella fascia di età che va dai 0 ai 13 anni e le loro famiglie grazie anche ad uno sportello mobile itinerante formato da personale esperto.
E per non limitare il progetto ad una semplice esperienza è nato in città anche un tavolo di Coordinamento locale che coinvolge istituzioni, scuole, pediatri, Asl, organizzazioni del terzo settore nel monitoraggio del fenomeno e nel suo contrasto.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©