Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma la proposta trova pochi consensi nel Pdl

Unioni gay, la proposta di Galan per le "unioni omoaffettive"


Unioni gay, la proposta di Galan per le 'unioni omoaffettive'
28/05/2013, 09:53

ROMA - Anche nel Pdl si comincia a fare qualche apertura verso le unioni gay. Come il progetto di legge presentato dall'ex governatore del Veneto Giancarlo Galan. Una proposta di legge dove si parla di "unioni omoaffettive" e non di matrimonio; ma per il resto la coppia avrebbe gli stessi diritti e doveri di una coppia sposata. Viene negata solo la possibilità di una adozione. 
Nei 32 articoli della legge però è previsto tutto: l'unione omoaffettiva - intesa come accordo tra due persone dello stesso sesso per regolare i loro rapporti personali e patrimoniali - deve essere registrata davanti ad un ufficiale di Stato civile, il quale non può rifiutarsi di celebrare il rito, pena una denuncia per omissione di atti d'ufficio. Pari diritti e doveri, anche in campo patrimoniale, rispetto al patrimonio, con la possibilità di scegliere se avere la comunione dei beni o meno. E in caso di morte di uno dei due, chi sopravvive ha gli stessi diritti di un coniuge eterosessuale: quindi il diritto alla leggittima (cioè a quella parte del patrimonio che viene assegnato agli eredi per legge e che non è nelle disponibilità di ch redige il testamento) e di abitare nella casa "coniugale". 
Insomma, adozioni a parte, è tutto quello che ci si può aspettare da una legge sul matrimonio gay. Se manca la parola "matrimonio", cosa conta? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©