Politica / Politica

Commenta Stampa

Unipol,un anno a Berlusconi, due anni e tre mesi al fratello Paolo

Risarcimento di 80mila euro per Fassino

Unipol,un anno a Berlusconi, due anni e tre mesi al fratello Paolo
07/03/2013, 12:22

Arriva la condanna ad un anno di reclusione per Silvio Berlusconi. Il provvedimento è relativo alla vicenda dell’intercettazione Fassino-Consorte, durante la scalata Unipol alla Bnl. Le voci finirono sul “Giornale” quando erano ancora coperte da segreto istruttorio. Al fratello Paolo invece vanno due anni e tre mesi. Silvio Berlusconi è stato condannato un anno di reclusione per la vicenda dell'intercettazione Fassino-Consorte avvenuta durante la scalata a Bnl da parte di Unipol, pubblicata su «Il Giornale» quando era ancora coperta dal segreto istruttorio. Due anni e tre mesi sono stati inflitti a Paolo Berlusconi. Nella vicenda, Piero Fassino è parte civile ed ha chiesto un risarcimento per un milione di euro, ottenendone alla fine ottantamila. Secondo i fatti, l’ex premier avrebbe ascoltato nel 2005 la telefonata, insieme al fratello Paolo e agli imprenditori Fabrizio Favata e Roberto Raffaelli. La telefonata venne pubblicata dopo qualche giorno, offrendo, secondo l’accusa, un  “regalo” a Berlusconi, in vista delle elezioni politiche del 2006.

 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©