Politica / Politica

Commenta Stampa

Unità dei Riformisti per governare l' Italia e fare le riforme


Unità dei Riformisti per governare l' Italia e fare le riforme
07/02/2013, 13:27

E’ in corso una brutta campagna elettorale. Una campagna in cui stentano ad emergere i problemi dell’Italia reale. I promotori dell‘incontro di sabato 9 febbraio (Gianni Cerami, Nino Daniele, Lilli De Felice, Umberto De Gregorio, Paolo Frascani, Benedetto Gravagnuolo, Fabrizio Gritti, Gaetano La Nave, Francesco Lauro, Amedeo Lepore, Carmine Scafa, Gaetano Stornaiuolo, Nicola Tremante, Loredana Vagnoni, Mario Bartiromo, Raffaele Crispino) sostengono la necessità che almeno nella ultima fase della campagna tornino al centro del confronto politico le questioni di fondo in cui si dibatte il Paese. Sono tre i punti che essi sottolineano: il Mezzogiorno, problema assente dalla campagna elettorale; l’Europa, con la necessità di una politica economica comune dell’
eurozona; la riforma delle istituzioni e della politica.
Tre punti cruciali di un programma di svolta per l’Italia: un programma di governo che si fondi sulla collaborazione e l’intesa tra i riformisti oggi divisi in campagna elettorale. In questo quadro, il voto al Pd che i promotori dell’appello sostengono è quindi un voto critico ed esigente perché chiede ai democratici un rinnovato impegno per il Sud, una capacità di iniziativa in sede europea per una politica economica e fiscale comune e per un ancoraggio dell’
euro ad un bilancio federale europeo, una riforma profonda delle istituzioni e del modo di fare politica. La condizione per muovere in questa direzione è una scelta senza ambiguità di collaborazione tra i riformisti per dare vita su questa base al governo di cui ha bisogno il Paese.
L’incontro di sabato 9 febbraio avrà inizio alle ore 10,45 presso la sala de “Al Blu di Prussia” in via Filangieri, 42 (Napoli).
Introduce Umberto Ranieri
Interverrà Enrico Letta

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©