Politica / Regione

Commenta Stampa

Università: Cortese (Pd), accanto a studenti contro riforma


Università: Cortese (Pd), accanto a studenti contro riforma
01/12/2010, 10:12


NAPOLI - "La vostra lotta è sacrosanta non solo perché l'università che la pseudo-riforma dei tagli delinea lascia indietro i più deboli, ma perché rappresenta un modello di società che non ci piace". Lo ha detto Angela Cortese, consigliere regionale del Partito Democratico, intervenendo all'incontro organizzato dagli studenti di Scienze Politiche della Federico II con il professor Matteo Pizzigallo, ordinario di Storia delle Relazioni Internazionali e alcuni ricercatori. "Quello della lotta al sistema baronale, invocato quotidianamente dal ministro, è un argomento propagandistico che non trova alcun fondamento nel testo portato alle Camere - osserva l'ex assessore provinciale all'Istruzione - Anzi, il ddl Gelmini rafforza quel sistema, dando ai rettori la possibilità di fare molte nomine all'interno della governance degli atenei. Le commissioni dei concorsi, infatti, sono composte soltanto da professori ordinari: sistema più baronale di questo non si potrebbe immaginare. Per non parlare poi dell'incertezza delle risorse, dei contratti per i ricercatori, della ripartizione dei fondi secondo un merito amministrato dall'alto e per questo tutto da dimostrare". "Dietro l'idea di scuola e di università di questo governo - conclude la Cortese - non vi è un progetto pedagogico. Vi è, anzi, una inaccettabile negazione dei principi di uguaglianza e di pari opportunità che stanno alla base di una scuola e di un'università pubblica e democratica. Studenti, ricercatori, docenti e operatori del mondo della conoscenza ne sono consapevoli e lanciano dunque un grido d'allarme. La mobilitazione di massa che in queste ore sta paralizzando i centri di tantissime città d'Italia è la testimonianza di un malessere diffuso, che non può essere ignorato né sottovalutato".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©