Politica / Regione

Commenta Stampa

Università; Grimaldi (GD), Caldoro complice silenzioso dei tagli


Università; Grimaldi (GD), Caldoro complice silenzioso dei tagli
23/02/2011, 15:02

NAPOLI 23 FEBBRAIO - “Altro che federalismo: Stefano Caldoro continua a rendersi complice degli scippi perpetuati dal governo Berlusconi - Bossi contro il Sud e le giovani generazioni. Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, taglia i fondi per l'Università e la ricerca e, tramite il ministro all’Istruzione Mariastella Gelmini, distrugge il sistema per il diritto allo studio nazionale, introduce sistemi di valutazione e finanziamento burocratici, centralisti ed estremamente penalizzanti per le realtà meridionali” a dichiararlo e’ Michele Grimaldi, segretario regionale Giovani Democratici Campania e responsabile nazionale saperi dei Giovani Pd.
“La risposta del nostro presidente di Regione è fatta solo di "stiamo pensando" e "forse prevedremo", ma di soldi veri per l'università campana non c'è n'è traccia. Tagli ai trasporti e aumenti per i biglietti, uno tra i sistemi mensa - soprattutto per quanto riguarda le università napoletane – tra i più scadenti e costosi d'Italia, nessun piano alloggi. Però adesso saremo felici grazie alla card magnetica: ora si che i problemi degli studenti campani saranno risolti!” aggiunge Grimaldi
“Se proprio continuassero a mancare i fondi si abbia il coraggio di fare una scelta vera e coraggiosa: alzare le tasse agli studenti provenienti da famigli abbienti, garantendo così, al contempo, borse di studio vere a studenti provenienti dalle fasce più deboli della popolazione, e si abbia il coraggio di mettere mano sul serio allo scandalo degli affitti in nero e dei tirocini e degli stage "sfruttamento" gratuiti” conclude Grimaldi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©