Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Uno su due senza lavoro tra donne e giovani , Criseo attacca Berlusconi


Uno su due senza lavoro tra donne e giovani , Criseo attacca Berlusconi
20/01/2011, 16:01

Roma , 20 gennaio 2011 – In Italia il tasso di inattività femminile sfiora il 50%, un giovane su cinque sotto i 30 anni non ha un lavoro. Dati drammatici emergono dal dossier Istat : “Noi, Italia” che fotografa un paese in crisi, in cui un gran numero di ragazzi che terminano o interrompono gli studi resta fermo, in un doloroso limbo, senza più sperare di avere un’occupazione.

“Gli ultimi dati Istat sono allarmanti – interviene Giuseppe Criseo, responsabile per il Lavoro e l’Occupazione dell’Italia dei Diritti - , in particolar modo per la mancanza di occupazione per donne e giovani. Il Governo è sempre più latitante, col Premier indaffarato a rispondere sui festini, e qualche ministro che difende Marchionne. Il rischio di sgretolamento delle Istituzioni è ormai evidente, scontri di potere tra organi dello Stato, aziende che non riconoscono gli accordi firmati, gioventù abbandonata se stessa”.

Situazione nebulosa, quella italiana, dove a farne maggiormente le spese sono le donne, metà delle quali resta vittima della disoccupazione , il nostro paese infatti occupa il secondo posto, nei 27 dell’Unione Europea, per numero di popolazione femminile senza lavoro.

“La soluzione – prosegue l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro - è il ritorno alle regole e alla serietà, e chi non ce la fa , Berlusconi, abbia la responsabilità di fare un passo indietro e dia il via al rinnovamento. Diversamente – conclude Criseo - assisteremo ad una lunga agonia, all’esplosione dei conflitti sociali e al rinchiudersi a ‘riccio’di coloro che pensano di farcela a discapito degli altri.”

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©