Politica / Parlamento

Commenta Stampa

V COMMISSIONE: MONTEMARANO/GIUSTO: SANITA’, NON CI SARANNO TAGLI, MA RICONVERSIONI PER UNA SANITA’ CHE AVANZA


V COMMISSIONE: MONTEMARANO/GIUSTO: SANITA’, NON CI SARANNO TAGLI, MA RICONVERSIONI PER UNA SANITA’ CHE AVANZA
09/10/2008, 15:10

''Non ci saranno tagli di ospedali e di posti letto, ma la razionalizzazione, la riconversione e la riorganizzazione della sistema sanitario in Campania al fine di elevare il livello qualitativo delle prestazioni, anche con l'ausilio delle nuove tecnologie''.

E’ quanto ha ribadito l’assessore alla sanità della Regione Campania, Angelo Montamarano, stamani in Commissione regionale Sanità e Sicurezza Sociale, presieduta da Angelo Giusto, nominato ieri dalla Giunta regionale tra i componenti del gruppo di lavoro chiamato a condurre il piano di rientro del debito della sanita'.
Nella seduta odierna, Montemarano ha anticipato gli argomenti che sottoporra', domani, al Ministero dell'Economia, a Roma,  in relazione allo stato del piano di rientro e alle linee guida del piano ospedaliero che dovra' essere approvato dal Consiglio regionale della Campania.
''Come già illustrato dal Presidente Bassolino, la Regione, nel primo semestre del 2008, è al di sotto dello sforamento programmato di 38 milioni di euro – ha spiegato Montemarano -, un risultato che riteniamo cautamente positivo e che qualche giorno fa è stato evidenziato anche dal Sottosegretario al welfare Ferruccio Fazio''.
Per quanto riguarda gli indirizzi di massima della pianificazione sanitaria ''che dovranno essere definiti congiuntamente dalla Giunta, dalla Commissione e dal Consiglio – ha precisato Montemarano – ci siamo ispirati alla organizzazione di tipo aziendale, con il passaggio da otto a undici aziende ospedaliere di alta specializzazione ovvero di terzo livello,  venti ospedali di secondo livello, che dovranno servire le esigenze territoriali, e tredici di primo livello che avranno la funzione di ospedali di comunità, coniugando servizi sanitari e sociali''.
Sullo stesso tema è intervenuto il presidente della V Commissione Angelo Giusto, che ha tenuto a precisare: ''trovo positiva la decisione della Giunta regionale di rendere collegiali le scelte in materia di sanità e di allargare la base di responsabilità a un gruppo di lavoro. Infatti, non è pensabile che in un momento tanto delicato per la sanità campana l’intero peso delle scelte e delle responsabilità ricada su una sola persona''.
L’esponente di Sinistra Democratica ha, poi, sottolineato che ''non ci saranno tagli e riduzioni di posti letto, bensì una riorganizzazione del settore alla luce delle tecnologie che avanzano e della necessità di dare una nuova formula alla organizzazione ospedaliera che sia più aderente alle reali esigenze del territorio''.

Giusto ha, dunque, invitato l’assessore Montemarano a rendere partecipe il Consiglio regionale delle decisioni che verranno assunte domani a Roma e di tutte quelle che riguarderanno il rientro dal debito sanitario e ha auspicato la più ampia partecipazione costruttiva di tutte le forze politiche alla definizione del piano ospedaliero regionale ''in quanto – ha sottolineato Giusto – il diritto alla salute e alla vita non può essere oggetto di strumentalizzazioni politiche e del becero principio del 'tanto peggio tanto meglio', ma necessita del più ampio coinvolgimento del Consiglio regionale''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©