Politica / Regione

Commenta Stampa

Vado a vivere da solo. Ecco il commento di ASSOCASA


Vado a vivere da solo. Ecco il commento di ASSOCASA
06/12/2009, 00:12

Il Segretario Generale del sindacato inquilini ASSOCASA, Luigi Rispoli, è intervenuto sul bando di concorso per la concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione in favore dei giovani che il Comune di Napoli emanerà nei prossimi giorni.
"Dare più opportunità d'alloggio ai ragazzi attraverso l'abbassamento del costo degli affitti è uno degli obiettivi della iniziativa del Ministro della Gioventù, guidato dal ministro Giorgia Meloni, che ha trsferito alla amministrazione di Palazzo San Giacomo risorse per 1mln e 150mila €uro con la finalità di favorire l'autonomia abitativa delle giovani generazioni.
Un provvedimento, quello del Governo, per sostenere i ragazzi che abbiano stipulato o che stipuleranno un contratto d'affitto libero. I destinatari sono giovani in una età compresa tra i 18 ed i 34 anni e, l'ammontare della misura di sostegno al reddito prevista dal bando è fissata a 2.000,00 €uro annui.
Tutto questo -ha continuato Rispoli- va anche nella direzione di favorire la realizzazione del progetto di vita di tanti giovani che magari non si sposano per la difficoltà di fronteggiare il caro-affitti che il mercato immobiliare a Napoli ha portato a livelli veramente insostenibli e per questo l'iniziativa del Ministro Giorgia Meloni è assolutamente nobile anche in considerazione che i finanziamenti saranno destinati solo ad alcuni comuni scelti dal Ministero e tra questi Napoli è stata premiata.
Fin qui tutto bene se non fosse che i contributi, che per potere avere efficacia hanno bisogno di tempi di erogazione molto brevi, con il Comune di Napoli, se andrà tutto bene, si corre il rischio di farli arrivare nelle tasche dei giovani aventi diritto almeno tre anni dopo la pubblicazione della graduatoria definitiva.
Per questo motivo -ha concluso Rispoli- l'ASSOCASA, anche in considerazione che il Comune di Napoli è assolutamente assente nell'ambito delle politiche per la casa, chiede che Palazzo San Giacomo non vanifichi l'intervento del Governo nazionale prevedendo sin d'ora che il pagamento di questi contributi segua l'iter riservato alle grosse emergenze sociali perchè il disagio abitativo a Napoli, aggravato dall'immobilismo della Giunta Iervolino, ha assunto ormai il carattere della vera emergenza".

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©