Politica / Politica

Commenta Stampa

La ragione sarebbe uno striscione contro Canton

Varese: i Giovani Padani sbattuti fuori dalla loro sede


Varese: i Giovani Padani sbattuti fuori dalla loro sede
18/10/2011, 11:10

VARESE - A quanto pare, dietro una apparente cordialità, nella Lega si affilano i coltelli. La dimostrazione può essere trovata in uno spiacevole episodio capitato ieri ai "Giovani Padani". Alcuni dei quali si sono recati nella loro sede di Varese e hanno trovato la porta chiusa e la serratura cambiata. Inoltre pare che all'interno le stanze siano state spogliate di tutti i simboli politici, lasciando praticamente solo sedie, scrivanie e suppellettili. E questa dovrebbe essere la loro condanna per aver contestato con uno striscione il nuovo segretario varesino Maurillo Canton, imposto da Bossi contro la volontàella base. Il coordinatore dei Giovani Padani, Andrea Tomasini non sembra aver avuto reazioni ufficiali, ma è chiaro che non sono iniziative isolate.
Per esempio, una delle prime decisioni di Canton è stato il ribadire il divieto di avere sia la tessera della Lega che quella dell'associazione Terra Insubre, il cui principale ispiratore è il maroniano Andrea Mascetti. E adesso quale sarà il prossimo passo? La cacciata di Maroni dal partito?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©