Politica / Parlamento

Commenta Stampa

VATICANO: NATI IN PROVETTA A RISCHIO MALFORMAZIONI


VATICANO: NATI IN PROVETTA A RISCHIO MALFORMAZIONI
09/01/2009, 16:01

I bambini concepiti in vitro sono più esposti al rischio di malformazioni. E’ quanto sottolinea, oggi, l’Osservatore Romano ribadendo la contrarietà della Chiesa cattolica a questa tecnica di procreazione. “La tutela e la cautela” da adottare verso il bambino “sin nell’atto del concepimento”, perché – si legge nel titolo dell’articolo, “nessuna persona è un diritto per un’altra”. “Uno studio eseguito da ricercatori americani del Centro nazionale su difetti congeniti e disabilità evolutive'' (Nbdps) - continua - riapre il dibattito etico sui temi della fecondazione in vitro, finora limitato al tema della liceità morale della fecondazione extracorporea e all'eliminazione di embrioni umani soprannumerari o malati. Lo studio (''Human Reproduction'', novembre 2008) riporta infatti che i bimbi dati dopo fecondazione in vitro (Fiv) hanno un rischio di certe malformazioni maggiore degli altri''. Sebbene altre ricerche provino il contrario, conclude l’Osservatore Romano, in questi casi a prevalere, trattandosi di vite umane, dovrebbe essere il principio di precauzione.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©