Politica / Parlamento

Commenta Stampa

In una intervista rilasciata a '' la Repubblica''

Vendola: Io sono la prova che le intercettazioni telefoniche sono uno strumento fondamentale


Vendola: Io sono la prova che le intercettazioni telefoniche sono uno strumento fondamentale
26/02/2011, 11:02

BARI - Dopo l'archiviazione da parte del gip del tribunale di Bari Sergio Di Paola, su richiesta della procura, dell’indagine dove Nichi Vendola era indagato, con altre persone, per presunte pressioni politiche nei confronti dei direttori generali di alcune Asl pugliesi per indurli a nominare direttori amministrativi e sanitari graditi al governo regionale, Nichi ringrazia le intercettazioni come strumento fondamentale per la sua riconosciuta innocenza e estraneità ai fatti.
Il presidente di Sinistra Ecologia e Libertà, in una intervista rilasciata a ''la Repubblica'', a proposito della suddetta inchiesta, ha dichiarato "Io sono la prova che le intercettazioni telefoniche sono uno strumento fondamentale: senza, non avrei potuto dimostrare di essere innocente".
"Un giudice e la Procura stessa dicono che non c'e' alcun rilievo penale nel mio atteggiamento e nemmeno un profilo di malcostume. Io sono stato eletto per scegliere. Mi prendo le responsabilità delle decisioni che mi spettano. E' bizzarro fare spoil system scegliendo anche manager che avevano lavorato con il centrodestra. Ora abbiamo cambiato la legge. Professori non pugliesi hanno fatto una selezione, noi sceglieremo tra gli idonei".



Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©