Politica / Politica

Commenta Stampa

Verdi: "70% dei comuni del napoletano non puliscono tombini e feritoie"


Verdi: '70% dei comuni del napoletano non puliscono tombini e feritoie'
21/10/2011, 17:10

"La Regione Campania e la Provincia di Napoli - denunciano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il presidente provinciale Carlo Ceparano - hanno sostanzialmente azzerato la prevenzione territoriale da quando sono in carica le nuove amministrazioni. Quest' ultima tragedia era annunciata da tempo. Siamo solidali con la famiglia della giovane vittima di Pollena a cui ci stringiamo per l' assurdità di questa morte. Per come sono ridotti i territori del napoletano oramai se non avviene una tragedia ad ogni temporale è solo questione di fortuna. Siamo sostanzialmente in balia degli eventi con il maltempo che nelle prossime settimane flaggellerà ancora la Campania".
"Il 70% dei comuni della provincia - continuano Borrelli e Ceparano - non effettua da almeno 8 mesi la pulizia dei tombini e delle feritoie per il deflusso dell' acqua. Nelle altre province le cose non vanno meglio come ha dimostrato l' inondazione di fango e terriccio avvenuto nel salernitano a San Gregorio Magno pochi giorni fa e che per fortuna non ha avuto vittime tra i cittadini ma ha causato la morte di oltre 250 animali. L' ordine nazionale dei geologi da anni chiede ai comuni, alle province , alla Regione di realizzare un sistema di prevenzione organico. La risposta delle istituzioni è stata di disinteressarsi totalmente del problema al punto che ,ad esempio, è stato abolito nel napoletano l' Assessorato provinciale alla Protezione Civile ad opera del Presidente del Pdl Cesaro. Al di là dell' abusivismo è chiaro che molte costruzioni sono costruite in zone a forte dissesto idrogeologico che non sono controllate da nessuno e che spesso si trasformano in caso di forti temporali in trappole di fango ed acqua".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©