Politica / Napoli

Commenta Stampa

Verdi chiedono al Comune di bloccare l'appalto per la costruzione di 156 alloggi a Ponticelli


Verdi chiedono al Comune di bloccare l'appalto per la costruzione di 156 alloggi a Ponticelli
20/03/2012, 12:03

"Chiediamo pubblicamente - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli e quello cittadino Vincenzo Peretti - che l' amministrazione comunale blocchi l'aggiudicazione dell’appalto da €.30.500.000,00 per la costruzione di 156 alloggi in Ponticelli, con scadenza per la partecipazione fissata allo scorso 10/03/2011, ad un impresa priva di requisiti propri e con cinque soli dipendenti, secondo quanto attestato dalla Camera di Commercio. L’impresa è la Ing. Carlo Coppola Costruzioni s.p.a., la stessa attualmente coinvolta nello scandalo delle intercettazioni dei funzionari del Provveditorato alle Opere pubbliche. Costoro si proponevano, al fine di favorire la stessa impresa, di truccare la gara del CNR ed altre, fra cui la gara per il restauro dell’ex pretura di Napoli. Le indagini hanno portato all’arresto di 8 persone, tra cui l’imprenditore Carlo Coppola, come ampiamente riportato dalla stampa: l’accusa è ‘corruzione aggravata’.
Sempre l’ impresa Carlo Coppola ha ottenuto i requisiti per la partecipazione alla gara avvalendosi dei requisiti della Gruver s.r.l.,costituita appena 3 mesi prima, il 13/12/2010 ed in possesso della prima ed unica attestazione SOA rilasciata in data 04/03/2011, cioè appena 6 giorni prima della scadenza della gara.
L’impresa Gruver s.r.l. a sua volta ottiene i requisiti attraverso la cessione di un ramo d’azienda da parte della Edrevea S.p.a., in passato a sua volta soggetta ad interdittiva antimafia e le cui quote sonostate per un qualche tempo sequestrate dal Nucleo regionale della Polizia tributaria in un' inchiesta di criminalità organizzata".
"In raggruppamento con l’impresa Carlo Coppola - continuano Borrelli e Peretti - è associata l’impresa Graded s.p.a., di proprietà della famiglia dell’imprenditore Vito Grassi, già coinvolto nel 2007 in un inchiesta anch’essa per corruzione che portò all’arresto di 13 persone, tra cui lo stesso legale rappresentante dell’azienda all’ epoca dei fatti, e diversi funzionari del Comune di Napoli e della Regione Campania.
I progettisti individuati in sede di gara sono gli stessi che hanno redatto l’offerta progettuale migliorativa per la Coppola Costruzioni nelle gare incriminate del C.N.R. e dell’ex Pretura di Piazza S.Francesco a Napoli, di cui sopra.
Nonostante ciò l’amministrazione comunale procede all’aggiudicazione definitiva dell’appalto a Ponticelli al raggruppamento di imprese rappresentato dalla Ing. Carlo Coppola Costruzioni s.p.a. e dalla Graded s.r.l. senza neppure attendere l’esito delle indagini in corso negli altri appalti, i cui ultimi sviluppi hanno portato addirittura alla confessionedi uno degli arrestati di aver “truccato la gara al fine di fare carriera”.
Nel frattempo è in atto un giudizio amministrativo (TAR e Consiglio di Stato) da parte dell’impresa seconda classificata".
"In attesa che il percorso giudiziario ed amministrativo faccia il suo corso, l’Amministrazione Comunale di Napoli rischia seriamente di perdere ulteriore tempo per la realizzazione di uno degli interventi più importanti di edilizia popolare previsti, oltre la riqualificazione di un intero ambito urbano di Ponticelli, a discapito della popolazione che attualmente vive in alloggi prefabbricati precari e fatiscenti", è quanto affermano i Verdi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©